Il Progetto EMP

From European Medialab Praxis
Jump to: navigation, search
English | Deutsch | Italiano | Suomi

Nel 2016, 6 organizzazioni europee con sede in Francia, Italia, Austria, Regno Unito, Germania e Finlandia si sono riunite per immaginare e sperimentare insieme Medialabs - spazi pubblici in cui i media e le TIC sono strumenti per creatività, inclusione sociale e professionale, educazione ed emancipazione. Durante il progetto biennale supportato da Erasmus +, i partner Urban Prod, Arci Solidarietà, Cubic, Super Act, Bildungsmarkt e Lasipalatsi Mediacenter hanno deciso di confrontare i loro metodi di lavoro e riflettere collettivamente sull'educazione non formale, le tecnologie digitali, l'occupazione giovanile e l'inclusione sociale. Grazie a questa collaborazione, i 6 partner saranno in grado di creare e sperimentare Medialabs nei loro paesi. Condivideranno le loro risorse e costruiranno insieme una rete con implicazioni locali ed europee.

Logo emp wiki-01.png

Il Consorzio

Il consorzio che realizza il progetto europeo Medialab Praxis è composto da 6 partner.

Urban Prod - Francia - è un'associazione che sviluppa progetti digitali e produzioni video, nei settori dell'occupazione, dell'inclusione sociale, della formazione e della cultura. L'associazione ha tre attività principali: mediazione/facilitazione, formazione e produzione esecutiva. Urban Prod inaugurato nell'ottobre 2015, il Marmedialab di Marsiglia. Le attività dell’associazione ricadono su tutta la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

CUBIC (Cultur Und Bildung In Context) - Austria - è un'associazione impegnata in questioni legate all'inclusione e all'integrazione dei giovani a livello sociale e professionale. Il loro accompagnamento include lavoro sociale, alfabetizzazione mediatica, immagine e pratiche digitali in generale. L'associazione ha lavorato su scala regionale e internazionale dalla sua creazione nel 2005.

Supert Act - Regno Unito - è un'associazione senza scopo di lucro che utilizza l'arte per supportare un’utenza svantaggiata ed ottenere un impatto sociale positivo dal punto di vista della salute, del benessere, dell'occupabilità e dell'inclusione. L'associazione è attiva da oltre 10 anni nel campo della mediazione sociale, culturale e digitale.

Lasipalatsi Media Centre- Finlandia - è un organismo collegato alla città di Helsinki e conosciuto in Finlandia per l'innovazione legata ai nuovi media. Lasipalatsi Media Center sperimenta l'uso delle TIC come strumenti per la mediazione e l'apprendimento culturale attraverso il progetto KONTUPIST (piattaforma partecipativa che offre servizi culturali) e l'apertura di un medialab nel 2015.

Bildungsmarkt e.V. - Germania - il dipartimento dedicato ai progetti europei e pilota è specializzato, tra gli altri campi, nello sviluppo di strumenti educativi e di gestione della qualità. La struttura si occupa di istruzione e formazione professionale (VET- Vocational Education and Training) e difficoltà d’inclusione. Biidungsmarkt e.V. collabora con successo con aziende a Berlino e partner in tutta Europa.

Arci Solidarietà Onlus - Italia - è un’associazione no-profit che opera per la promozione della vita di comunità. Creato nel 1995, lavora per sostenere le persone emarginate e promuove una cultura di solidarietà ed empowerment, responsabilità sociale contro il razzismo e la discriminazione di genere. Arci Solidarietà Onlus è anche impegnata nella difesa dei diritti delle persone svantaggiate.

A causa di difficoltà economiche, la struttura Super Act-UK si è ritirata dal progetto il 23 ottobre 2017.

Il Manifesto

Basato sul pensiero delle sei organizzazioni partner del progetto europeo Medialab Praxis, il Manifesto EMP è una dichiarazione di intenti redatta collettivamente il 16 dicembre 2016 nel primo incontro transnazionale del progetto europeo Medialab Praxis. Originariamente scritto in inglese, il testo è stato tradotto in ciascuna delle lingue parlate dal consorzio.

Parole chiave: ESPLORARE / IMPARARE / ISPIRARE / PROMUOVERE

  • Crediamo nella cooperazione, che due insieme siano maggiori di 1 + 1. Condividere esperienze con altre persone inizia un effetto "palla di neve" che porta ad una crescita esponenziale dell’interazione e della capacità di espressione.
  • Crediamo in un ambiente neutrale e aperto che rappresenti l'uguaglianza, offrendo alle persone libero accesso alla condivisione di idee sulla comunicazione digitale.
  • Condividiamo a visione comune secondo la quale tutti hanno il potenziale per avere un'influenza positiva sulla società. Ciò offre infinite opportunità di lavorare in modo collaborativo, consentendo un cambiamento positivo per un futuro più sostenibile.
  • Condividiamo l'idea comune che una medialab che utilizza una “politica della porta aperta”, consenta la libertà di espressione, per promuovere buone pratiche all'interno della comunità.
  • Promuoveremo buone pratiche attraverso la condivisione di metodi e idee per proporre linee guida e innovazioni per una comunità lungimirante.
  • Esploreremo, scopriremo e comprenderemo la nuova tecnologia digitale per ispirare un cambiamento per comunità più positive e proattive.


Il metodo

Fase 1: Stato dell'arte - Riflessioni sull'educazione popolare, l'inclusione professionale e le pratiche digitali

La prima fase del progetto va da settembre 2016 a maggio 2017.

Fase 2: prototipazione di progetti MediaLabs

La seconda fase del progetto va da giugno a dicembre 2017.

Fase 3: sperimentazione a livello europeo di MediaLabs cittadini

La terza fase del progetto va da gennaio a giugno 2018. Ogni membro del consorzio ha 6 mesi per sviluppare il concetto di Medialab nella sua organizzazione, svolgere workshop con i giovani e valutare questo lavoro attraverso il framework Medialab e le linee guida prodotte durante Fase 2.

Fase 4: modellizzazione e diffusione

La quarta fase del progetto va da luglio a settembre 2018. A seguito del lavoro sperimentale, i 6 partner realizzeranno un MOOC (Massive Open Online Courses). Si tratta di uno strumento formativo online aperta a tutti che, in 6 episodi, spiegherà le fasi della modellazione e della creazione di un medialab cittadino (il primo episodio scritto da Urban Prod dovrebbe essere prodotto durante la fase 3 per essere trasmesso durante l'incontro in Finlandia).

Gli incontri

Il progetto si articola in quattro fasi successive: ricerca, prototipazione, sperimentazione e modellizzazione; con una documentazione continua che consente la condivisione delle conoscenze tra i partner. Ogni fase è caratterizzata da un incontro transnazionale e dalla creazione di diversi risultati per illustrare i risultati dell'incontro.

Incontro 1: Lancio del progetto European Medalab Praxis

Il primo incontro transnazionale organizzato da Urban Prod si è svolto in Francia dal 14 al 17 dicembre 2016. A permesso di riunire esperti, accademici, giovani, partner e professionisti del settore sociale ed economico. Le 6 organizzazioni sono state in grado di definire una metodologia di lavoro e una linea editoriale comune che sono alla base di tutto il lavoro di innovazione svolto durante il progetto. Questa fase di riflessione collettiva ci ha permesso di dedicarci a uno studio più dettagliato degli interessi della rivoluzione digitale, della società dell'informazione e delle questioni sociali che ne derivano. Alla fine di questo primo incontro, sono stati creati tre risultati: un Manifesto, un dizionario semantico, un Tumblr e un Wiki.

Incontro 2: Creazione di strumenti di prototipazione per progetti Medialab

Il secondo incontro transnazionale organizzato da CUBIC si è svolto dal 6 al 10 giugno 2017 in Austria. È stata un'opportunità per rivedere lo stato dell'arte e gli output creati durante la fase 1. Un momento di riflessione sull'inclusione professionale dei giovani attraverso le tecnologie digitali ha portato alla creazione del terzo e quarto output: una griglia di valutazione del competenze digitali necessarie in un Medialab per promuovere l'inclusione professionale dei giovani come linea guida per la creazione di un Medialab.

Riunione 3: scambio di pratiche

Il terzo incontro transnazionale organizzato da Bildungsmärt si è tenuto in Germania nel febbraio 2018. Ha riunito i partner per scambiare le migliori pratiche sulle esperienze in ciascun territorio. Un feedback critico ha aiutato l'evoluzione degli strumenti creati in base ai risultati. Ogni partner ha utilizzato foto, testi e contenuti audiovisivi prodotti durante il periodo di sperimentazione.

Incontro 4: Diffusione

Il quarto e ultimo incontro transnazionale organizzato da Lasipalatsi Ltd. si terrà in Finlandia nell’agosto 2018. Il suo scopo è quello di diffondere i risultati dell'esperimento.

Le formazioni

Ciclo di riflessione collettiva : l'istruzione pubblica, la transizione digitale e l'occupabilità dei giovanni

In materia di istruzione pubblica, le prassi educative possono essere intese come "cultura del lavoro nella trasformazione sociale e politica." Questo approccio è stato studiato attraverso un ciclo di pensiero collettivo, "EMP Night School", che ha avuto luogo dal 14 al 16 dicembre 2017 nei locali di Urban, il MarsMediaLab, in vetrina a Marsiglia. Questa formazione compreso il tempo di comunicazione, dibattiti e la pratica audiovisiva come l'occasione per incontrare i giovani (18-30 anni) e persone provenienti da università, associazioni, imprenditoriali e sfondi istituzionali per discutere progetti e centri di innovazioni educative. Sono state presentate le seguenti iniziative.

  • Medialab Prado laboratorio cittadino creato nel 2000 e lavorando sulla produzione, la ricerca e la diffusione di progetti culturali. Presentato da Raphael Besson, dottore in scienze pianificazione territoriale e urbanistica. Guarda il video.
  • LABØ: Incubatore di progetti innovativi. Presentato da Martha pommie, direttore di ammodernamento e messa in comune nella prefettura di Bouches-du-Rhône prefettura. Guarda il video.
  • La scrittura innovativa fabbrica nelle scienze sociali: un luogo di creazione e di ricerca di scienze sociali di opere transmediale. Presentato da Boris Petric, antropologo, direttore del Centro di Norbert Elias e ricercatore presso il CNRS. [[Le voci innovativi di fabbrica (it) | Guarda il video].]

Formazione dei formatori nel MOOC

Due persone per associazione (idealmente un giovane ed un accompagnamento) saranno formati per essere in grado di sostenere altri giovani nella scoperta della MOOC. Impareranno a trasmettere le competenze di base relativi a questioni di Medialab e l'uso di vari strumenti che si possono trovare in un MOOC (forum, esercizi, quiz, ovviamente ...).

Note e riferimenti

Collegamenti esterni